Con Quali Stati Confina La Repubblica Ceca

Sommario:

Con Quali Stati Confina La Repubblica Ceca
Con Quali Stati Confina La Repubblica Ceca

Video: Con Quali Stati Confina La Repubblica Ceca

Отличия серверных жестких дисков от десктопных
Video: 090624ME(L)- Le vignette al confine con la Repubblica Ceca 2023, Gennaio
Anonim

Una volta un paese dell'unione chiamato Cecoslovacchia aveva un confine di stato, dopo averlo attraversato si poteva entrare in due mondi completamente diversi: capitalista e socialista. Il primo era rappresentato sulla mappa dalla Germania Ovest (RFT) e dall'Austria, il secondo dalla Germania Est (RDT), Polonia, Ungheria e Unione Sovietica (SSR ucraina). Ma dopo i noti eventi politici dei primi anni '90, l'attuale Repubblica Ceca ha solo quattro vicini rimasti - ora Germania unita, Austria, Polonia e Slovacchia, che si erano separati da essa.

La Boemia meridionale con capitale a Ceske Budejovice confina con Austria e Germania
La Boemia meridionale con capitale a Ceske Budejovice confina con Austria e Germania

URSS, addio

La Repubblica Ceca indipendente, o Repubblica Ceca, ha iniziato a modificare e legalizzare i suoi confini attuali subito dopo il ritiro dalla Repubblica federale di Repubblica Ceca e Slovacca (Repubblica federale ceca e slovacca) il 1 gennaio 1993. Quindi, due anni "di transizione" prima del crollo dell'anno prendevano il nome dalla Cecoslovacchia della seconda guerra mondiale (Repubblica socialista cecoslovacca). Un paese in cui il blocco politico-militare dei paesi socialisti chiamato "Patto di Varsavia" è stato sciolto poco prima.

Per quattro decenni, la Cecoslovacchia, che stava costruendo il socialismo, confinava sia con la RFT capitalista che con l'Austria e altri rappresentanti del campo socialista europeo: Ungheria, Repubblica Democratica Tedesca, Polonia e persino URSS. Ma, poiché le ridistribuzioni territoriali politiche e strettamente correlate in Europa hanno avuto luogo non solo sul territorio dell'ex Cecoslovacchia, ma anche in altri paesi del continente, i cambiamenti si sono rivelati gravi. In primo luogo, la RDT "filo-sovietica" e la RDT "ostile", e quindi accettando volentieri gli emigranti cechi, la RFT, che divenne una Germania unita, scomparvero per sempre dalla mappa del mondo.

In secondo luogo, dopo il pacifico "divorzio" con la Slovacchia, in seguito chiamato "velluto", la sovrana Repubblica Ceca perse il confine comune non solo con l'Ungheria, ma anche con l'Ucraina, che a quel tempo aveva lasciato l'URSS. A proposito, la disintegrazione della Cecoslovacchia in due stati separati è l'unico caso del genere in Europa, che non è stato accompagnato da un conflitto armato, spargimento di sangue, rivendicazioni reciproche di confini territoriali e altri eccessi rivoluzionari.

Infine, in terzo luogo, il nuovo paese al centro del continente ha un nuovo confine, con la sua affine, la Slovacchia. E la lunghezza totale della striscia di confine è ora di 1.880 km. In Cecoslovacchia era naturalmente più lungo. Il tratto più lungo del confine ceco si trova a nord e lo collega con la Polonia, a 658 km. Al secondo posto c'è il confine ceco-tedesco nell'ovest e nel nord-ovest del paese - 646 km, ed è leggermente inferiore al leader. Il terzo più lungo è il confine di stato meridionale con l'Austria, raggiunge i 362 km. E l'ultimo, quarto posto è occupato dal confine orientale e più giovane con la Slovacchia - solo 214 km.

Bordi vicino al confine

Alcune regioni della Repubblica Ceca sono chiamate "confini" e quasi tutte confinano con uno o anche due paesi vicini. In particolare, la Regione della Boemia meridionale con capitale a Ceske Budejovice, situata a sud della regione storica della Boemia e, in parte, in Moravia, ha 323 km di confini comuni con Austria e Germania. Ci sono altre quattro regioni adiacenti alla Germania: Pilsen (la sua capitale è Pilsen, la città della birra Prazdroi e delle auto Skoda), Karlovy Vary (una località turistica per metà di lingua russa con sorgenti curative Karlovy Vary), Usti nad Labem, famosa per Rudny, Labskie e montagne Luzhitsky) e Liberec (Liberec). Quest'ultima, inoltre, è geograficamente vicina non solo alla Germania (la lunghezza del confine comune è di 20 km), ma anche alla Polonia (130 km).

Con l'ex Repubblica popolare polacca, con la sua regione mineraria della Slesia, la Repubblica Ceca è collegata da un confine comune in altre quattro regioni: a Pardubice (Pardubice), Kralovehradskiy (Hradec Králové), Olomouc (Olomouc), dove ha la più lunga - 104 km, e infine, in Moravia-Slesia (Ostrava). A nord e nord-est, la regione della Moravia-Slesia è in stretto contatto con la Polonia, e nel sud-est con la Slovacchia.Il confine comune con il "parente" esiste anche nella regione dei Carpazi di Zlín (Zlín) e della Moravia meridionale (Brno), accanto alla quale non c'è solo la zona di confine slovacca, ma anche austriaca.

Europa unita

Nel 2004 la Repubblica Ceca è entrata nella zona della cosiddetta Unione Europea e dell'Accordo di Schengen, rimuovendo le guardie e aprendo le frontiere alla libera circolazione. Inoltre, tutti gli stati di confine - Austria, Germania, Polonia e Slovacchia - hanno aderito all'Unione Europea. Tanto più sorprendente è il fatto che i primi posti nel numero di stranieri che sono venuti nella Repubblica Ceca non solo per motivi di tale turismo popolare (slovacchi fuori concorrenza), ma anche qui stabiliti, sono occupati da ucraini, vietnamiti e russi.

Popolare dall'argomento